“CI RIGUARDA” nasce dal titolo del libro di Alessandra Bocchino pubblicato a fine 2014, che tratta di un viaggio in Basilicata raccontato nel contrasto tra l’antico ed il moderno, tra storia e futuro, tra vecchie e nuove generazioni, tra conservazione ed innovazione. Insomma, “Un viaggio per parole e immagini nella Basilicata d’oggi”, come recita il sottotitolo dello stesso libro.

“CI RIGUARDA” è calzante per quello che vogliamo fare e dire: “Il titolo (…) è preso in prestito da Albert Camus: ‘Esiste un’unica battaglia -scrive- e, se voi non siete in grado di farla vostra, sarà il nemico a dimostrarvi, in qualsiasi momento, che si tratta comunque della vostra battaglia. Fatevi sotto, perché se vi sta a cuore la sorte di tutto ciò che amate e rispettate, allora, ancora una volta, non dovete avere dubbi: la battaglia in corso vi riguarda eccome’.

CI RIGUARDA nasce da questa esortazione, apparsa nel marzo del 1944 sulla rivista ‘Combat’. (…) Da così lontano, arriva fin qui, con la stessa forza e la stessa inquietudine, perché (…) parla di verità, democrazia, libertà, ma, ancor di più, suona la campana, spinge chi è interessato al ‘voler essere’, a far camminare un pensiero, a non affidarsi totalmente. ‘Ci’, significa ’Noi’, ‘riguarda’ ha a che fare con ‘partecipazione’, ma può essere anche il contrario di indifferenza (…).

‘Non possiamo cambiare ciò che accadrà, ma possiamo fare in modo che accada qualcosa di diverso da quello che è ragionevole pensare che accadrà’. Ecco perché CI RIGUARDA, ecco perché ’Noi’” CI RIGUARDA è dunque un incontro tra persone ed esperienze, che ha lo scopo di far discutere e formare le giovani generazioni lucane sui contenuti nei vari ambiti che interessano la vita comune.

Siamo un gruppo ragazzi che si sono incontrati, perché candidati, in occasione delle ultime elezioni amministrative al comune di Matera nel 2015 a sostegno di Salvatore Adduce, e vogliamo proseguire questa bella esperienza coinvolgendo le giovani generazioni lucane.

27 SETTEMBRE 2015 ORE 10:00 • MEDIATECA PROVINCIALE • MATERA

Il SENSO DELL’INIZIATIVA E DELLA MODALITA’ OPERATIVA

CI RIGUARDA è dunque un incontro che ha lo scopo di discutere e formare sui contenuti in vari ambiti che interessano la vita comune. Il format immaginato è quello dei tavoli di discussione coordinati da personalità esperte nei vari ambiti di discussione. Ogni partecipante, oltre che discutere al proprio tavolo, potrà prendere la parola nella fase plenaria e raccontare il proprio punto di vista in pochi minuti.

La data è domenica 27 settembre. Il luogo la Mediateca Provinciale di Matera. Il tempo a disposizione sarà dalle 10 alle 18 senza soluzione di continuità.

L’iniziativa parte dall’incontro dei candidati “under” nelle liste a sostegno della candidatura di Salvatore Adduce alle ultime amministrative di Matera e vuole coinvolgere le giovani generazioni lucane.

Per questa ragione occorre promuovere l’incontro attraverso l’apertura di un apposito sito internet, social, spazi in luoghi di incontro.

E’ un evento – politico – che intende coinvolgere persone, competenze con la voglia di farsi carico dei problemi della comunità cercando di proporre soluzioni rispondendo –così – alla richiesta di partecipare senza militare, dare il proprio contributo di idee, di passione, di entusiasmo senza chiedere nulla in cambio.

Si tratta di affidare una sfida fatta ad ognuno dei partecipanti di lasciare il pessimismo all’ingresso e raccontare la propria storia di bella politica, di impegno civico. Perché ognuno di noi ne ha una. Così il 27 settembre sono la speranza di poter cambiare una situazione, di provare a fare qualcosa che non pensavamo essere capaci di fare, di osare e di farsi carico – perché – la politica CI RIGUARDA;

Così per una politica che da tanti (troppi) anni vive nel Palazzo lontano dalla vita reale delle persone mescolarsi tra la “normalità” della gente comune, ascoltare la proposta del cassaintegrato o dello studente, ascoltare l’intervento della maestra, equivale stare alla pari attorno allo stesso tavolo con l’uguale consapevolezza che farsi carico dei problemi e delle soluzioni è qualcosa che CI RIGUARDA;

Vogliamo fare in modo di coinvolgere e far discutere insieme allo stresso tavolo il vice ministro con la casalinga, il meccanico, il professionista– alla pari- senza badare alla celebrità dei presenti , ma a persone che ci credono, che hanno voglia di fare politica, non carriera politica.

Perché esiste una parte consistente del nostro territorio che fatica a frequentare le sezioni che furono del piccì o i circoli del Pd, che fatica a stabilire una connessione o quanto meno una collaborazione con i dirigenti locali che – in molti casi sopravvivono alla rottamazione – ma che ha voglia di partecipare, non soltanto il giorno delle elezioni…e questo CI RIGUARDA.

10:00 – 11:00 SALUTI ALESSANDRA BOCCHINO E PROMOTORI INIZIATIVA

11:00 – 13:00 PLENARIA: RELAZIONI DEI COORDINATORI DEI TAVOLI TEMATICI DI LAVORO

13:00 – 13:30 PAUSA – ORGANIZZAZIONE TAVOLI DI LAVORO

13:30 – 15:30 TAVOLI TEMATICI DI LAVORO

15:30 – 17:30 INTERVENTI IN PLENARIA DA PARTE DEI COORDINATORI E DEI PARTECIPANTI

17:30 – 18:00 INTERVENTO FINALE E SALUTI

PATRIMONI CULTURALI, TERRITORI E COMUNITA’: L’ESEMPIO MATERA 2019

Marta Ragozzino

PARLIAMO DI ENERGIA PARTENDO DAL PETROLIO

Filippo Bubbico

ISCRIZIONI CHIUSE
PER NUMERO PARTECIPANTI RAGGIUNTO

PARLIAMO DI SALUTE E SISTEMA SANITARIO

Vito De Filippo

PARLIAMO DI MEZZOGIORNO E DI GAP INFRASTRUTTURALE

Lorenzo Rota

PARLIAMO DI AMBIENTE PARTENDO DALL’ EROSIONE COSTIERA

Michele Greco

COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE: COME SI FORMA/CONDIZIONA L’OPINIONE PUBBLICA

Chiara Geloni

La Costa Jonica

Tra criticità e opportunità

Margherita Agata intervista Roberta Speranza

I Giovani, la Passione, la Politica.